Indicazioni:
La vera bistecca fiorentina si taglia nella lombata di vitellone di razza chianina: ha nel mezzo l'osso a forma di "T", con il filetto da una parte e il controfiletto dall'altra, ed è alta circa 3 centimetri. Per un'ottima riuscita, la bistecca deve essere stata frollata diversi giorni dal momento della macellazione in luogo fresco ma deve trovarsi a temperatura ambiente quando la si cucinerà. La bistecca non deve essere congelata in quanto la carne risulterà più dura. Compratela al massimo 1-2 giorni prima, e conservatela in frigorifero ben avvolta nella carta in cui ve la avrà data il macellaio. Toglietela dal frigo almeno un'ora prima della preparazione.
Fate scaldare per bene la griglia (se ne avete la possibilità, è preferibile una abbondante brace al fornello) e metteteci sopra la carne senza condimento, questo è fondamentale per non far indurire la carne che deve risultare estremamente morbida. Giratela una sola volta, cucinandola circa 3-5 minuti per parte. Il sale si aggiunge sul lato appena cotto. Una buona cottura è il segreto di tutto il gusto di questo piatto: la carne deve risultare colorita all'esterno, ma rossa morbida e succosa all'interno.
Si sconsiglia di rivoltare la carne con un forchettone, la bistecca dovrebbe essere girata con una paletta.
Nella cottura su brace, la carne deve trovarsi all'inizio vicinissima ai carboni, cosicché si formi una crosta il più rapidamente possibile e il succo non fuoriesca, poi dopo il primo minuto dovrebbe essere alzata ad un fuoco più gentile. Ripetere la procedura per l'altro lato.
Piatto che si accompagna bene con i fagioli cannellini all'olio, ma anche rucola o insalata. Sulla tavola non può mancare un buon Chianti rosso.
 

 
 
© 2005 alfanicco, all rights reserved